Mitigare gli effetti delle condizioni meteorologiche avverse

Gli eventi meteorici improvvisi e intensi quali i flash flood (grandi quantità di pioggia in breve tempo), i violenti temporali, la grandine e le bufere di vento causano gravi danni alle produzioni agricole ed alle correlate strutture ed infrastrutture nel bacino del mediterraneo e nell’est dell’Europa.

Secondo le elaborazioni dei dati dell’European Severe Weather Database (Eswd) questi fenomeni risultano in aumento in questi ultimi anni ed in particolare concentrati tra la metà di maggio e il mese di giugno.

I loro effetti negativi sulle colture sono spesso molto rilevanti non solo per il danno diretto, ma anche per le conseguenze che provocano nelle specie pluriennali nell’annata successiva. In particolare per le colture arboree può essere compromessa la differenziazione delle gemme a fiore ed il regolare agostamento del legno.

La risposta della pianta a stress meccanici provocati da una grandinata o da forti venti, quali la defogliazione, la cicatrizzazione ed il conseguente ripristino dell’equilibrio vegeto produttivo, determinano dei cambiamenti metabolici nelle piante, con conseguente non omogenea maturazione frutti, perdita di pezzatura e colore, ridotta differenziazione delle gemme e della lignificazione di rami e tralci.

Le nostre soluzioni per limitare i danni determinati da questi eventi meteorici estremi sono pratiche ed efficaci.

In fertirrigazione l’impiego di Vit-Org VG formulato ad azione antistress ricco in glicinbetaina anticipa i tempi di risposta metabolica della pianta allo stress consentendo un più pronto recupero delle colture.

 

Per ridurre i danni da grandine e vento, l’impiego fogliare di Algaren Twin, associato a Foliacon 22, attiva ed incrementa la produzione immediata di callo cicatriziale e predispone la pianta ad un veloce ripristino degli organi danneggiati.  Per avere la massima efficacia del trattamento è importante intervenire tempestivamente dopo l’evento meteorologico: meglio nelle prive 24 ore e comunque minore sarà il tempo intercorso dall’inizio della fase di stress ed il trattamento, minori saranno i tempi necessari al recupero della coltura.

Successivamente a questo intervento, l’impiego di Greit VG ogni 10-15 giorni consente alle colture di portare a termine il proprio ciclo.

Grazie all’azione di Greit VG le coltivazioni orticole ricostituiscono in più breve tempo l’apparato vegetativo e riprendono la piena capacità produttiva; le colture frutticole, riescono a completare la differenziazione e la maturazione delle gemme evitando danni che si ripercuotano anche sull’annata successiva.

In caso di forti piogge in prossimità della raccolta su  drupacee, solanacee e cucurbitacee per limitare  i fenomeni di spacco (craking), oltre al fondamentale impiego di  Calciogreen PS PLUS, specialità che garantisce una pronta ed elevata biodisponibilità di Calcio  subito dopo l’allegagione e nelle successive fasi di accrescimento frutto volti a favorire l’inspessimento delle pareti cellulari e l’aumento dei solidi solubili, risultano molto efficaci gli apporti di Silvest da effettuarsi anche poche ore prima delle piogge.

Silvest è una specialità nutrizionale esclusiva contenente Silicio in perfetta soluzione e direttamente assimilabile dalle piante. Applicato anche solo poche ore prima dell’evento, riduce il fenomeno della traspirazione dei frutti conseguente a forti piogge aumentando così la resistenza al fenomeno del craking.

Iscriviti alla newsletter